Home

rIDoNDanZE 38

” QUESTO E’ UN ALTRO CAPOLAVORO TUO”

Imminente lo sguardo
che ti coglie impreparato
ad osservarli adulti
già belli e cresciuti
così come semi dispersi
che giorni addietro calpestasti
invano sopraggiunsero
rami e tronchi ad osservarti
chiome distanti imperturbabili
radici vaganti immensi vagiti
ed urla di uno strazio colpevole
allora ferirmi non era dolore
ma un perpetrare di scorie
che sopraggiungevano a strati
decomposti e vivi.

(Liberamente ispirata dal testo di Eduardo
“Natale in casa Cupiello”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...