Home

Poetarum Silva

Ho conosciuto Greta Rosso e la sua poesia l’inverno scorso, in una splendida serata al Circolo Sud di Milano, fu una serata molto bella. In un circolo gremito Greta e altre due poetesse (tutte molto giovani) seppero conquistare il pubblico con la freschezza emotiva dei debutti (o quasi) e la forza dei proprio versi. Le poesi della Rosso, mi colpirono molto per originalità e per quella capacità (rara) di incidere a fondo usando un linguaggio a volte scarno, ma deciso e intenso. Vi propongo qui in lettura la sua silloge: DIMORE PRECARIE.

@ gianni montieri

1

una lunga camicia da notte a fiori. 

una corda.

le venature delle mani.

nessuno saprebbe stabilire quando ho iniziato.

nessuno potrebbe stabilire se ho mai finito.

ora dovresti portarmi un libro. 

poi un altro.

poi ancora uno.

portare libri ininterrottamente.

fino a murarmi fra due pagine ugualmente usurate. 

e io troppo a…

View original post 616 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...