Home

Le parole sono sempre sole. Parole e luce.
Non hanno forma e nella mente nemmeno suono.
Lucio Mayor Tosy

mayoor

Aperta la bocchetta dell’aspiratore, un gioco da ragazzi.
Anche la canna dei fumi, è sistemata.

Luna a sinistra, in parte nascosta dall’aletta del cargo.
E’ una bella sera, se così si può dire. Restano pochi murphy.

Domattina le sentinelle si attiveranno, ne arriveranno altri.
L’esposizione al sole attiverà le menti. Troveremo presto

un nuovo orizzonte. Il sopra e il sotto. Quindi anche il tempo.
Tra il neo sulla spalla e il seno. Pianeti sconosciuti. Distanze

incalcolabili.
.

In compagnia con i morti – stecchiti da plebe inferocita.
Ancora se ne trovano in mezzo ai rottami. Mamma mia!

Lasciami pisciare in pace sullo sterrato di questo salato
inverno. Epatite dei monchi.

Déjeuné. Trippa pelosa del porco sul davanzale di una chiappa.
Quanti pellicani esplosi al sole. Vento Eolo da sinistra.

Nel frantumato raccolto di noi due, quale sia il braccio.
Quale nube di sospiri e tavole.
.

Vogliamoci bene. Togliamoci le…

View original post 766 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...