Home

Grazie…

Rocco Scotellaro con Amelia Rosselli nel 1950. Fonte: http://www.centrodocumentazionescotellaro.org/documenti.asp Rocco Scotellaro con Amelia Rosselli nel 1950. Fonte: http://www.centrodocumentazionescotellaro.org/documenti.asp

di Anna Stella Scerbo* 

Dopo che la luna fu immediatamente calata
ti presi fra le braccia, morto

*
Un Cristo piccolino
a cui m’inchino
non crocefisso ma dolcemente abbandonato
disincantato […]

*
Mi sforzo, sull’orlo della strada
a pensarti senza vita
Non è possibile, chi l’ha inventata questa bugia

*
Come un lago nella memoria
i nostri incontri
come un’ombra appena
il tuo volto affilato
un’arpa la tua voce
e le mani
suonano tamburelli.

È una cantilena di morte, questa da cui abbiamo tratto qualche riga. Non sappiamo se si tratti anche di una cantilena d’amore. O forse, anche in questo caso eros e thanatos  se ne stanno, pulsioni egualmente possenti, ben vicini.

Venezia 22-24 aprile 1950, Convegno su “La Resistenza e la cultura Italiana”, Palazzo del Comune.

«Guarda, c’è un posto libero, siediti, ed è bella […] Quando…

View original post 3.654 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...