Home

La forza di una statua immobile che sovrintende
l’estate e le maracas delle cicale.

Finalmente hai saputo legare una semplice frase alle subordinate.

L’addio alle parole, alle armi, alla preistoria.
Una grotta di detriti.

Angurie balestre cornicioni salvagenti ancore
portafogli reti bidet auto elettriche lenticchie.

Tutto ha un nome preciso, uniforme.
Com’è misera la vita negli abusi di poesia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...