Home

Versi degli autori:

“e di noi che cosa sarà…”

Alfonso Cataldi Raffaele Ciccarone Marie Laure Colasson Guido Galdini Giuseppe Gallo Francesco Paolo Intini Letizia Leone Giorgio Linguaglossa Vincenzo Petronelli Mauro Pierno Mimmo Pugliese Gino Rago Jacopo Ricciardi Ewa Tagher Giuseppe Talia Lucio Mayoor Tosi

SPIN-OFF
POETRY kitchen
1
Il basilico dei vicini la sera si finge morto
di fronte alle nostre serie TV
Una Olivetti 32 vuole riscrivere la storia
dice di averla tutta nei tasti
Einstein pipa in bocca violino sotto il mento
suona la relatività in quattro dimensioni
I cavalieri stanno aspettando
che la partenza sia per sempre rimandata
Per rifiorire sull’altro versante.
Prima o poi. Domani. O forse…
2
Ora i proletari erano tutti agenti di commercio
Odorava di miele la catena di montaggio
La pagina quindici oscillò di sette secoli
Il fantasma entrò dalla porta blindata
Il secondo altissimo e magrissimo
indossava occhiali di tartaruga rossicci e mocassini neri in vernice
la carrozza di mezzogiorno, lungo il viale dello Steccato,
accompagna il cambio della guardia nella torre d’avvistamento.
3
Le mani rumorosamente sfregarono il gel disinfettante.
Lo sciacquone derubricato mondò i peccati.
Seduto sul divano uno spartito
sparpaglia tutt’intorno carte napoletane
l’utente è impegnato in un’altra conversazione
Daniil Charms sente nell’aria come un sibilo,
a distanza di chilometri non dà peso al fatto.
Pensa:
“Sarà stato il miagolio di un gatto
O uno starnuto dal Cremlino”.
Intorno sta un paesaggio deforme.

4
Due uomini non si capiscono ma conversano –
Molti altri umani si uniscono a loro.
“Avevi promesso di scrivere.”
“Ho preso appunti. Ma li ho mangiati.”
Un faro illumina un peschereccio che ondeggia.
Qualcuno paga con il bancomat.
Le dico, dattero. Non ho altre parole.
Toh, sei cavalli.
“Guerre, guerre e ancora guerre…basta, non studio più.”
Sofia lancia il libro dalla parte opposta della cameretta.
5
Alice non trova l’uscita dal Paese delle meraviglie,
Arianna gli offre la soluzione in cambio del cappello a fiori
Una squadriglia d’uccelli in alto nel cielo
nelle vesti di poliziotti sospettosi armati di binocoli ispezionano le migrazioni
i cieli inferociti sul mare
non si rassegnano a diventare uno sfondo
Strisciando sul guscio, sbriciolandone il calco.
Oltre i muri il pigolio, l’allucciolio, il bio
Monoliti contro un cielo blu-nero. Ghetti verticali.
6
Non c’era tempo per la chimica.
Il verso generava spettri di risonanza magnetica.
Gli schiamazzi della Performance si sentirono
Fino al terzo secolo avanti Cristo.
In un bastone da passeggio con il manico di avorio,
in un ombrello tricolore, in un fazzoletto profumato.
Molly è tornata ad innaffiare i gerani questa mattina: il professore dice
che Urano è nella costellazione del Leone e che l’oltre non avrà dominio.

7
Poi dagli psicanalisti coi lettini a due piazze
Un uomo una donna una donna un uomo un uomo una donna
Briglia
Conchiglia
Ciglia
Somiglia
Poltiglia
Biglia
Siviglia
Dice:
“ho un’altra missione, non posso arrestare la mia corsa”.
8
Ancora all’ombra un paesaggio
che non verrà mai interpretato.
Dalla regia fanno notare che l’ultimo piano sequenza
ha portato la produzione sull’orlo del fallimento.
Comunque, nel dubbio, i fedeli hanno acceso alcune candele
sotto l’albero e l’industria dei gadget è già in opera.
Pellicani inghiottono pellicani che inghiottono pellicani.
Invece di nulla. Dire vento al vento.
O parole di seguito.
9
Halloween non è mai presente quando serve
e non risponde al telefono.
Alla prima mondiale Art Prize Roma
pari merito tra Artemisia Gentileschi e Cornelia madre dei Gracchi
Il tutto il niente il sopra il sotto
si confondono e si suicidano
un angelo tiene appoggiata alla guancia
la mano di Cristo
che pende inerme dal polso

10
I gladiatori in un groviglio di braccia
tentano l’elusione e l’abbraccio della violenza
in un soffitto argutamente basso
Ogni peccato ha il proprio cielo.
Ogni sintagma il proprio sepolcro.
Zampilla sangue dal terreno.
Ricaveremo combustibile per accendere Tebe.
Tito Andronico inizia a respirare:
“Il rosso sgorga. Le spade sognano”
Agli stagni Patriarsci.
11
Lo stregone del Burkina Faso
vende i sui beni di famiglia: portachiavi cranici
bambine imbalsamate cucchiai orbitali:
gli strumenti per il Gulasch
Abbiamo guanti di velluto, di cotone di gomma
Abbiamo morti di fame e di tragedia
A un metro dall’inverno
La ruota panoramica butta via la lanugine
e risale la corrente tra l’Africa e l’America
La pallottola fuoriesce dalla spalla, va in giro per un po’
e lascia la stanza.
12
Nessuna parte della distesa vede l’altra.
Ogni cosa porta a tutto.
D. “Cosa ha provato nel momento della sua dipartita?”
R. “Qualche turbolenza. Poi un atterraggio perfetto.
Immediatamente la cia, la cei, il cicap
Hanno rilasciato tutti un’agenzia.
Non mi sto riducendo lo stipendio,
faccio istant poetry. 7 in una saccarina.
-Preferisci una mano a ramino o i tarocchi?
-Che mi smonti la plafoniera nell’androne.

13
Napoleone aiutato dagli Youtubers
Cerca la rivincita ad Austerlitz, Creeper permettendo
L’astrofisico osserva al telescopio i colori delle ombre
Si gratta il cranio a ritmo cadenzato a secondo delle ore
La mano destra si stacca
dal piano della tavola
Gli scarti dei lamenti e delle emicranie
nelle scatole rosse e bianche degli scaffali.
Sempre meglio che il fiato del mezzobusto
seduti nel governo della notizia
14
Nei cassetti i fatti già avvenuti
sono piegati tra i calzini
non riesco proprio a dare un nome a ciò che vedo…
È come stare appesi ad un ramo di albero
che oscilla…
sul pavimento, tratte di aforismi da “the tell-Tale heart”,
testi di canzoni di Billie Eilish, nella luce fioca del led.
Desta o sinistra quale cercavi?
Un papillon di seta blu.
15
Sembra la luna crescente
la cicatrice sul lago
quando si chiudono gli ombrelloni
ma non è questo quello che volevo raccontare,
era un’altra storia, che però ho dimenticato…
siede sul ceppo appena caduto
e la domanda circonda un paesaggio.
Poi piega con cura il sudario e lo abbandona
sui binari del tram Casaletto
il mio specchio è un retrovisore.

16
Una speculazione arbitraria. Una defluenza. Una infrazione.
Qualcosa o qualcuno si è introdotto.

E dunque, mio caro animale, ognuno ha la voce che si merita.
Io, poi, sarei la morta di una giocatrice di tennis. Mai scritto una poesia.
L’incipit è disdicevole, si vocifera nei portierati, più dello strapiombo reale
tra il leggio e le parole in decantazione.
Le ali della mongolfiera nella loro cecità sono senza timone direzionale.
17
Un gatto voluttuoso si infila un vestito indiano a pois
e discute con decisione con i fertilizzanti del compostaggio
il pavone non ha nessuna voglia
di esibire la ruota
solo un catino acrilico d’inchiostro a sciogliere
il cherosene espressionista
Non più gladiatori e nemmeno Piazza Fontana
Tutti cancellati i voli verso gli anni sessanta-settanta-ottanta
Le terzine dantesche nella playlist
Dell’immenso Deposito Amazon
18
“La giraffa non è figlia dello scimpanzé
Ma neanche lo scimpanzé è il padre della giraffa”
“ragazzo mio tu non conosci l’esametro dattilico: non combinerai mai nulla nella vita”.
Abbiamo echi, susine, ciliegie.
Abbiamo forni, lividi, strappi, supposte.
Abbiamo guerre.
Evade un vento poliedrico
Gianna aveva un coccodrillo ed un dottore
Tacciono gamberi ed ortiche

19
Torino. Agosto. 1950
La pallottola rompe i vetri di una camera dell’albergo “Roma”.
“È tardi, troppo tardi…”
Il poeta è già morto.
Lì a fianco una fisarmonica che suona
dilatandosi e comprimendosi tra le mani
di un neonato scomparso
vai su Impostazioni > Privacy > GPS e Bluetooth.
“Annulla ogni previsione di futuro”
L’inferno-out. Il paradiso-in
20
Tuffo in piscina. Tonalità del silenzio.
Nessuna pubblicità.
Un accumulo di ordini e contrordini
arrestò il malessere
Minosse è adirato per il suo drone sparito.
Eredia trattiene un raggio di luna nella mano
L’universo esplode con la 5ta sinfonia di Beethoven
di attraversare tutto il mondo a occhi chiusi
per rinunciare al fasto dell’apparenza

La sequenza dei distici, che nell’inserimento si sono unificati, ” Volete così!” appartengono agli autori di seguito indicati;
1) AC – RC –MLC – GUG –GIG
2) FPI – LL – GL – VP
3) MAP – MIP – GR – JR
4) JR – ET – GT – LMT – AC
5) RC – MLC – GUG – GIG
6) FPI – LL – GL – VP
7) MAP – MIP – MIP –GR
8) JR – ET – GT – LMT – LMT
9) AC – RC – MLC – GUG
10) GUG – GIG – FPI – LL – GL
11) VP – MAP – MIP – GR
12) JR – ET – GT – LMT – AC
13) RC – MLC – GUG – GIG – FPI
14) LL – GL – VP – MAP
15) MIP – GR – JR – ET – GT
16) GT – LMT – AC – RC
17) MLC – GUG – GIG – FPI – LL
18) GL – VP – MAP – MIP
19) GR – JR – ET – GT
20) LMT – AC – RC – MLC – GUG

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...